4 frutti a basso indice glicemico da includere nella dieta

4 frutti a basso indice glicemico da includere nella dieta

Agosto 21, 2020 0 Di Adriano

Perché preoccuparsi dei frutti a basso indice glicemico?

I frutti sono deliziosi, oltre ad essere gustosi, contengono vitamine, minerali e fibre che sono nutrienti importanti per il corretto funzionamento del corpo e possono essere considerati prelibatezze nutrienti.

Ma è anche importante sapere che un consumo eccessivo di frutta ad alto contenuto di zuccheri può compromettere la tua silhouette e favorire l’aumento di peso.

Per evitare questo, l’ideale è dare la preferenza a frutti a basso indice glicemico.

Pensandoci bene, abbiamo creato questo articolo che affronta le principali informazioni sull’argomento per aiutarti ad avere un migliore condizionamento fisico e preservare la tua salute.

Buona lettura!

Cos’è l’indice glicemico?

L’indice glicemico si riferisce alla velocità con cui i carboidrati (zuccheri) del cibo vengono assorbiti dall’organismo, aumentando la glicemia e il rilascio di insulina da parte del pancreas.

Più alto è l’indice glicemico, più velocemente aumenta il livello di glucosio nel sangue, provocando il rilascio di una maggiore quantità di insulina, provocando il cosiddetto picco di insulina.

(condizione che aumenta la fame e favorisce l’accumulo di grasso corporeo).

A loro volta, gli alimenti a basso indice glicemico sono lenti da assorbire, mantengono i livelli di glucosio e controllano l’insulina.

Sono quindi un’opzione migliore per il consumo quotidiano.

Quali sono i frutti a basso indice glicemico?

Ora che sai che i frutti con un indice glicemico basso sono i migliori per mantenersi in forma, controlla l’elenco e capisci di più sui suoi benefici!

1. Avocado

Questo frutto è da molti anni nemico delle diete, per il suo alto contenuto di grassi e calorie.

Oggi sappiamo che i grassi presenti negli avocado sono di ottima qualità, tra cui l’omega-3, un antinfiammatorio naturale che contiene vitamine (complessi A, B ed E), zinco, rame, manganese e potassio.

2. Coco

Il cocco è un frutto ricco di grassi “buoni” e molte fibre, che aiutano l’organismo a combattere le malattie cardiache e le infezioni.

Inoltre, ha un effetto antinfiammatorio e contiene calcio, potassio e vitamine A ed E.

3. Limone

Il limone è noto per la sua alta concentrazione di vitamina C, che aumenta l’immunità e la resistenza alle malattie.

È un frutto molto versatile, che può essere consumato come condimento, bibite analcoliche e in un’ampia varietà di abbinamenti.

4. Frutto della passione

Il frutto della passione ha più di 500 varietà e può essere trovato nei paesi tropicali.

Contiene vitamine A e B, oltre a calcio, fosforo, potassio e proprietà che migliorano la funzione immunitaria e aiutano a regolare la pressione sanguigna.

5. Fragola

Questo piccolo e gustoso frutto è ottimo nella preparazione di dolci e marmellate senza zucchero.

Contiene vitamine (A, C ed E), calcio, potassio, selenio e altre sostanze antiossidanti che prevengono l’invecchiamento precoce.

Quali sono i vantaggi di consumare questi frutti?

La frutta con un alto contenuto di grassi, come cocco e avocado, genera una maggiore sensazione di sazietà e diminuisce l’indice glicemico dei pasti.

Poiché sono a basso contenuto di calorie, i frutti come il limone, il frutto della passione e la fragola sono perfetti per preparare bevande o mangiare dopo i pasti.

Sono anche i più indicati per chi ha il diabete o ha bisogno di seguire una dieta povera di zuccheri.

I frutti a basso indice glicemico non favoriscono l’aumento di peso e forniscono nutrienti essenziali per il corpo.

Affinché tu possa godere di tutti i benefici, il consumo di questi alimenti deve essere associato a una dieta equilibrata e all’esercizio fisico.